Temi

Ordina per Data pubblicazione Titolo Tipologia


30.04.2018
    Saggi
  • La teoria dell'informazione integrata
    di Niccolò Negro

    Il presente scritto mira a fornire un'introduzione critica a una delle principali teorie della coscienza nel panorama filosofico e neuroscientifico contemporaneo, ovvero la teoria dell'informazione integrata (IIT). Dopo una breve esposizione dei pregi della teoria, si analizzerà in dettaglio la sua formulazione e le sue principali implicazioni. In seguito, ci si concentrerà sulla relazione di IIT sia con il "problema difficile della coscienza" (Chalmers 1995), sia con certe forme di panpsichismo che sembrano essere suggerite dalla teoria stessa. In conclusione, saranno delineati criticamente problemi, obiezioni e controversie che IIT deve affrontare, offrendo così una panoramica delle future sfide, tanto filosofiche quanto neuroscientifiche, che le si pongono dinanzi.

31.01.2018
    Saggi
  • Filosofia della psichiatria
    di Elisabetta Lalumera

    La filosofia della psichiatria contemporanea di tradizione analitica si occupa di questioni concettuali e metodologiche: che cos'è la malattia mentale, l'adeguatezza delle nosologie in uso, la natura storico-culturale oppure naturale dei disturbi mentali, le forme di spiegazione più appropriate nella ricerca psichiatrica e nella pratica clinica. Dopo avere distinto questa accezione di filosofia della psichiatria da altre in uso, questo contributo illustra a grandi linee la discussione cultura versus natura e le principali posizioni in gioco: i disturbi mentali come generi naturali, l'essenzialismo, il costruttivismo sociale.

31.10.2017
    Saggi
  • Lambda calcolo
    di Mariangiola Dezani-Ciancaglini, Betti Venneri

    Lo scopo di questo tema è quello di fornire un'introduzione informale al lambda calcolo con squarci su alcune delle molte influenze che esso ha avuto nello sviluppo recente dell'informatica. Il desiderio è quello di sollecitare la curiosità del lettore verso approfondimenti che, nel migliore dei casi, potrebbero portarlo a svolgere ricerche in un campo ancora ricco di possibilità inesplorate.

31.10.2017
    Saggi
  • Ipotesi del Continuo
    di Claudio Ternullo

    L'Ipotesi del Continuo, formulata da Cantor nel 1878, è una delle congetture più note della teoria degli insiemi. Il Problema del Continuo, che ad essa è collegato, fu collocato da Hilbert, nel 1900, fra i principali problemi insoluti della matematica. A seguito della dimostrazione di indipendenza dell'Ipotesi del Continuo dagli assiomi della teoria degli insiemi, lo status attuale del problema è controverso. In anni più recenti, la ricerca di una soluzione del Problema del Continuo è stata anche una delle ragioni fondamentali per la ricerca di nuovi assiomi in matematica. L'articolo fornisce un quadro generale dei risultati matematici fondamentali, e un'analisi di alcune delle questioni filosofiche connesse al Problema del Continuo.

30.06.2017
    Saggi
  • Riferimento singolare
    di Andrea Marino

    Non c'è un unico modo di essere referenzialisti sui termini singolari. L'argomento è stato trattato in modi molto diversi, e per cominciare ci si può chiedere: quali sono le dimensioni su cui si articola il riferimento? Sarà il confronto tra denotazione e riferimento a far emergere con quali espressioni si fa riferimento a qualcosa e come. Facendo attenzione al fatto che le caratteristiche delineate con questa differenziazione non sono necessariamente compresenti nelle teorie referenziali, considereremo tre questioni: il soddisfacimento di un predicato per parlare di uno specifico oggetto, la direzione di adattamento mondo-linguaggio e la necessità dell'uso di un'espressione referenziale.

30.04.2017
    Saggi
  • Genere
    di Boris Rähme, Valentina Chizzola

    In un'accezione ormai diventata standard, il termine "genere" denota insiemi di ruoli e aspettative sociali convenzionalmente associati alla fisiologia sessuale degli esseri umani. Originariamente introdotto in ambito psicologico, il termine "genere" è oggi ampiamente utilizzato sia nelle scienze sociali e umanistiche sia nelle scienze biologiche. In questo articolo rintracciamo e discutiamo le tematiche centrali del dibattito filosofico contemporaneo sul genere, ponendo particolare attenzione alle discussioni recenti in ambito femminista sulla distinzione tra sesso e genere e alle intersezioni di esse con la ricerca neuroscientifica sulle differenze sessuali.

31.01.2017
    Saggi
  • Filosofia della chimica
    di Riccardo Spezia

    In questo breve articolo presenterò i concetti di base e gli argomenti di discussione attuali della filosofia della chimica, un settore relativamente nuovo della filosofia della scienza. Partendo dalla contrapposizione tipica tra riduzionismo ed emergentismo mostrerò in che modo scienziati e filosofi considerano i problemi concettuali della chimica. Questo sarà il filo conduttore di una panoramica che dagli atomi arriverà alle sostanze macroscopiche. Mostrerò infine come la questione dei generi naturali, ancora poco affrontata in filosofia della chimica, sia cruciale per caratterizzare epistemologicamente e ontologicamente i diversi concetti della chimica e quindi dell'intera scienza chimica.

31.01.2017
    Saggi
  • Presupposizioni
    di Filippo Domaneschi, Carlo Penco

    Cosa sono le presupposizioni? Proposizioni comunicate come date per scontate. In questa introduzione forniremo un breve inquadramento storico che mostra il percorso che va dall'idea di presupposizione come fenomeno semantico alla definizione delle presupposizioni come fenomeno pragmatico. Analizzeremo inoltre le componenti lessicali o costruzioni sintattiche che, se utilizzate all'interno di un enunciato, fungono da "attivatori presupposizionali". Verranno descritte le principali proprietà linguistiche delle presupposizioni di enunciati semplici e il problema della "proiezione" delle presupposizioni negli enunciati composti. Descriveremo il processo di accomodamento delle presupposizioni a livello del contesto locale e globale del discorso. Concluderemo con una breve panoramica dei principali risultati sperimentali sull'elaborazione cognitiva del dato per scontato.

31.01.2017
    Saggi
  • Epistemologia delle virtù
    di Michel Croce

    Questo contributo propone una disamina critica dell'epistemologia delle virtù, una delle correnti più importanti della teoria della conoscenza contemporanea. Dopo un breve affondo sulle origini di questa corrente, vengono analizzate le caratteristiche dei due approcci fondamentali all'epistemologia delle virtù e le risposte che essi offrono ad alcuni problemi epistemologici tradizionali

29.06.2016
    Saggi
  • Epistemologia sociale
    di Silvia Tossut

    L'epistemologia sociale è la disciplina che studia gli aspetti sociali coinvolti nella formazione e trasmissione di credenze e conoscenze, e della dimensione sociale della ricerca scientifica. Tale disciplina ha visto un rapido sviluppo negli ultimi decenni. In questo contributo si propongono due classificazioni delle teorie di epistemologia sociale: una distingue gli approcci in base alla loro continuità rispetto all'epistemologia classica, l'altra caratterizza le teorie per il tipo di soggetti epistemici considerati.

21.06.2016
    Saggi
  • Matematica costruttiva
    di Laura Crosilla

    La matematica costruttiva pone a proprio fondamento l'utilizzo della logica intuizionista, piuttosto che quello della logica classica. Questo presupposto permette di proporla come matematica algoritmica, in quanto il suo ottemperare ad una nozione di dimostrazione intuizionista consente di interpretarne i teoremi come veri e propri algoritmi. Proprio questa caratteristica della matematica costruttiva ha in sé la potenzialità per modificare profondamente la percezione che la comunità matematica avverte nei confronti di questa pratica: da pratica deviante e non-standard, essa potrebbe divenire in un prossimo futuro una componente centrale della matematica stessa. Il presente articolo si propone non solo di esporre i principali caratteri della matematica costruttiva, ma anche di evidenziarne le differenze più rilevanti che emergono da un confronto sia con la matematica classica sia con altri tipi di matematica fondati sulla logica intuizionista. Ulteriore obiettivo è quello di illustrare alcune tra le motivazioni addotte dai suoi sostenitori per giustificare la svolta costruttiva.

14.06.2016
    Saggi
  • Teorie della spiegazione scientifica
    di Laura Felline

    La teoria della spiegazione scientifica si impernia su due assi fondamentali. Da un lato mira a chiarire la differenza tra conoscenza descrittiva e conoscenza esplicativa. Dall'altro mira ad isolare quelle caratteristiche che distinguono la spiegazione tipicamente scientifica da un concetto generico di spiegazione. In questo contributo passiamo in rassegna le più rilevanti teorie della spiegazione scientifica dalle prime più significative risalenti agli anni '50 sino ad oggi, concentrandoci in particolare sulla relazione di rilevanza esplicativa che ciascuno di tali modelli individua come essenza della spiegazione scientifica

10.06.2016
    Saggi
  • La disuguaglianza di Bell
    di Vincenzo Fano, Giovanni Macchia

    A partire dal famoso argomento di Einstein, Podolsky e Rosen del 1935, fi- no alla ormai conclamata violazione sperimentale della disuguaglianza di Bell (Aspect et al. 1982), il dibattito filosofico e scientifico su meccanica quantistica e località è divenuto sterminato. Non è certo possibile in queste poche pagine darne conto in modo anche lontanamente esaustivo. Per questa ragione, in occasione del centenario della relatività generale di Einstein (1915-2015), abbiamo scelto un modo peculiare di introdurre il tema della disuguaglianza di Bell. Come recentemente ha mostrato Don Howard (2015), Einstein avrebbe rinunciato più volentieri al determinismo che alla separabilità. Proviamo allora a vedere come si possa interpretare la violazione sperimentale della disuguaglianza di Bell alla luce di questa istanza ontologica.

10.06.2016
    Saggi
  • Percezione
    di Diego Zucca

    Il tema della percezione ha sempre occupato la riflessione filosofica. Un aspetto problematico connesso al percepire è la possibilità delle illusioni e delle allucinazioni, che sembra minare sia la concezione ordinaria dell'esperienza percettiva come una immediata presentazione del mondo al percipiente, sia il ruolo epistemologico delle percezioni nel giustificare la nostra conoscenza empirica. Questo contributo intende offrire una panoramica delle principali teorie della percezione sviluppatesi in ambito analitico come risposte al problema dell'illusione e dell'allucinazione.

06.04.2016
    Saggi
  • Retorica
    di Roberta Martina Zagarella

    Il testo prende le mosse dal quadro concettuale della retorica aristotelica e della deep rhetoric contemporanea e tiene sullo sfondo la coppia logos-polis. A partire da tali presupposti, l'articolo descrive alcune caratteristiche epistemologiche, tecniche e antropologiche peculiari della retorica, facendo emergere i punti critici più dibattuti dalle teorie che oggi sono più significative e influenti, soprattutto in relazione al tema delle fallacie argomentative. In particolare, ci si sofferma sulla finalità e l'oggetto della retorica (essa ha uno scopo pratico e non teoretico – la presa di decisione in vista di un'azione – e pertanto ha come oggetto ciò che può essere diversamente da come è), sul rapporto tra emozioni e giudizio e sul ruolo che i parlanti e gli ascoltatori svolgono nel processo persuasivo.


Newsletter
Invia la tua email per iscriverti alla newsletter. Riceverai informazioni sugli aggiornamenti e sulle attività del sito


Collabora con noi. Controlla i prossimi Call for papers e invia il tuo testo. La redazione valuterà se pubblicarlo su uno dei prossimi numeri.