Peter van Inwagen

Abstract

Peter van Inwagen è un filosofo analitico statunitense che ha profondamente influenzato il panorama filosofico analitico mettendone in questione l’impostazione immanentista e i presupposti naturalistici. Dalla sua difesa della teoria platonista delle proprietà e delle relazioni, all’attenzione con la quale ha reinterpretato ed attualizzato le “prove” dell’esistenza di Dio, passando per una rinnovata riflessione critica sull’ontologia e sulla metafisica da essa derivabile, van Inwagen ha avviato ed impostato un’ampia e suggestiva riflessione filosofica che invita ad una rilettura dei temi appartenenti alla tradizione filosofica occidentale tramite gli strumenti logico-analitici contemporanei.

Peter van Inwagen is an American analytical philosopher who has profoundly influenced the analytical philosophical panorama by questioning its immanentist approach and naturalistic assumptions. From his defense of the Platonist theory of properties and relationships, to the dedication with which he reinterpreted and updated the “proofs” of the existence of God, passing through a renewed critical reflection on ontology and metaphysics derived from it, van Inwagen has initiated and set up a wide and evocative philosophical reflection that invites a re-reading of the themes belonging to the Western philosophical tradition with the contemporary logical-analytical tools.

Citazione

Federica Castellani, “Peter van Inwagen” in “APhEx 28”, 2023, pp. 277-299.

Numero della rivista

N°28/2023-APhEx

AUTORI&AUTRICI

È attualmente professoressa a contratto presso l’Università degli Studi di
Perugia, dove insegna “Epistemologia”. Ha insegnato anche “Logica e
filosofia del linguaggio”, “Gnoseologia delle scienze umane” e “Filosofia
della mente”. Si è laureata in Filosofia ed Etica delle Relazioni a Perugia,
ove ha anche conseguito il dottorato in Scienze Umane - Curriculum
Filosofico nel 2022. Si occupa prevalentemente di metafisica analitica e
filosofia della logica.

CONDIVIDI